sabato, 29 novembre 2014

Stampa notizia

5 giugno 2012

Imu: abitazione principale di interesse storico

Casi risolti

Un immobile di interesse storico viene utilizzato anche come abitazione principale. Come deve essere calcolata l’Imu?

II comma 3, dell'art. 13 del D.L. n. 201 del 2011, stabilisce che la base imponibile è ridotta del 50 % per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui all'art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, recante il “Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della L. 6 luglio 2002, n. 137”.
Inoltre il comma 5-ter, dell'art. 4 del D.L. n. 16 del 2012, ha abrogato il comma 5 dell'art. 2 del D.L. 23 gennaio 1993, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 1993, n. 75, il quale prevedeva, per gli immobili in argomento, un'agevolazione nella determinazione della base imponibile ai fini ICI.
In sostanza gli immobili storici hanno una riduzione del 50% della base imponile. Se tale immobile viene utilizzato anche come abitazione principale la base imponibile ridotta andrà assoggettata all'aliquota prevista per l'abitazione principale e dall'importo ottenuto dovrà essere scontata la detrazione per l'abitazione principale.
Autore: Redazione Fiscal Focus

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.

 

Video del Giorno

La nuova Rassegna Stampa Video
a cura di Sergio Gamberale

VIDEO DEL GIORNO - 28 NOVEMBRE 2014

Vai all’Archivio