mercoledì, 22 ottobre 2014

Stampa notizia

24 giugno 2011

Spesometro: esonerati i “minimi”

Esclusione dallo spesometro per i contribuenti minimi – I contribuenti minimi sono da considerare esonerati dall’obbligo di comunicazione delle operazioni Iva superiori a 3.600 € in quanto l’adesione a detto regime comporta, sotto il profilo della semplificazione degli adempimenti IVA, l’esonero da qualunque obbligo, fatta salva la certificazione dei corrispettivi.
L’esonero dalla comunicazione comporta conseguentemente anche l’esenzione della richiesta del codice fiscale ai soggetti per i quali si certifica l’operazione con fattura o ricevuta fiscale. L’esclusione non opera, qualora in corso d’anno il regime in parola cessi di avere efficacia. In tal caso il contribuente è obbligato alla comunicazione per tutte le operazioni sopra le soglie effettuate a decorrere dalla data in cui vengono meno i requisiti per l'applicazione del regime fiscale semplificato

Soggetti obbligati – Ad eccezione dei contribuenti minimi sono obbligati agli adempimenti derivanti dallo spesometro tutti i soggetti passivi IVA (imprese/lavoratori autonomi) che effettuano cessioni di beni/prestazioni di servizi rilevanti ai fini IVA.
L’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 24/E/2011 ha specificato che sono obbligati a detta comunicazione anche i soggetti di seguito elencati: i soggetti in regime di contabilità semplificata (imprese ed esercenti arti e professioni) di cui agli articoli 18 e 19 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600; gli enti non commerciali, limitatamente alle operazioni effettuate nell’esercizio di attività commerciali o agricole, ai sensi dell'articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633; i soggetti non residenti con stabile organizzazione in Italia, quelli operanti tramite rappresentante fiscale, ovvero identificati direttamente; i curatori fallimentari ed i commissari liquidatori per conto della società fallita o in liquidazione coatta amministrativa; i soggetti che si avvalgono della dispensa da adempimenti per le operazioni esenti ai sensi dell’articolo 36-bis del decreto; i soggetti che applicano il regime fiscale agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo ai sensi dell’articolo 13 della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

Contribuenti minimi - Ai sensi del comma 109, i soggetti che applicano il regime dei contribuenti minimi sono esonerati dagli obblighi di liquidazione e versamento dell'imposta e da tutti gli altri obblighi previsti dal D.p.r n. 633 del 1972, ossia: registrazione delle fatture emesse (articolo 23); registrazione dei corrispettivi (articolo 24); registrazione degli acquisti (articolo 25); tenuta e conservazione dei registri e documenti (articolo 39), fatta eccezione per le fatture di acquisto e le bollette doganali di importazione; dichiarazione e comunicazione annuale (articoli 8 e 8-bis del D.p.r. 22 luglio 1998, n. 322). Si ricorda inoltre che i contribuenti minimi non possono esercitare il diritto di rivalsa né possono detrarre l'Iva assolta sugli acquisti nazionali e comunitari e sulle importazioni.

Esonero dello spesometro – Alla luce degli esoneri sopraesposti l’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 24/E/2011 ha ritenuto che contribuenti minimi sono da considerare esonerati anche dall’obbligo di comunicazione delle operazioni Iva superiori a 3.600 €. L’esclusione in parola risponde, quindi, all’intento di limitare al massimo l'aggravio per i contribuenti di minori dimensioni per i quali gli oneri connessi all’adempimento dell’obbligo in questione appaiono non proporzionati alla finalità della disposizione. Se nel corso del periodo d’imposta il contribuente dovesse cessare da tale regime agevolato vige l’obbligo della comunicazione per tutte le operazioni sopra le soglie effettuate a decorrere dalla data in cui vengono meno i requisiti per l'applicazione del regime fiscale in questione.
Autore: Redazione Fiscal Focus

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.

 

Video del Giorno

La nuova Rassegna Stampa Video
a cura di Sergio Gamberale

VIDEO DEL GIORNO - 22 OTTOBRE 2014

Vai all’Archivio