giovedì, 02 ottobre 2014

Stampa notizia

3 dicembre 2012

Dichiarazione IVA 2013 e opzione per IVA per cassa

Nei prossimi giorni verrà presentata la bozza del modello di Dichiarazione IVA 2013.
Le novità sono state anticipate in occasione dell’incontro annuale, tenutosi a Bologna lo scorso 30 novembre, tra Agenzia Entrate, Sogei e Asso software.

Alcune delle principali modifiche, di carattere generale, che verranno introdotte nel modello di dichiarazione IVA 2013 ordinario:

La soppressione del quadro VR
– Verrà implementata la richiesta per l’erogazione del rimborso direttamente nel quadro VX per la dichiarazione presentata in via autonoma o nel quadro RX per la dichiarazione in Unico.

QUADRO VA - È stato introdotto il nuovo rigo VA 15 per le società in perdita sistemica nel triennio 2009/2010/2011 e che dunque sono considerate presuntivamente non operative dal 2012, ai sensi dell’art. 2 commi 36-decies e undicies del DL n. 138/2011). Si tratta di una segnalazione spontanea dato che va fatta prima della presentazione di Unico, se autonoma.

QUADRO VE - È stato soppresso il rigo con aliquota al 20%; se vi fosse necessità di indicare comunque l’imposta per fatture ad es. differite, va incluso l’importo nel rigo dedicato all’aliquota al 21% (rigo VE22) e l’1% di differenza va imputato al rigo “Differenza” (rigo VE 24).
Viene introdotto nel rigo VE 34 la colonna 5 dedicata alle cessioni imponibili di immobili (abitativi e strumentali) con applicazione del reverse charge, ai sensi dell’art.9 del DL n.83/2012. Si ricorda che è possibile applicare dal 26 giugno 2012 l’IVA con opzione, mentre fino al 25 giugno 2012 vi era l’obbligo di assoggettare a Iva l’operazione.
Nel rigo VJ14 va indicato l’acquisto dei medesimi fabbricati (art.17 co.6 lett. a-bis))


QUADRO VF
- È stato soppresso il rigo con aliquota al 20%.
E’ stato ridenominato il rigo VF 15 per gli acquisti da superminimi (adeguamento solo dell’indicazione normativa all’art.27 co. 1 e 2 del DL 98/2011)

L’opzione per l’Iva per cassa - L’articolo 32-bis dispone che la liquidazione dell’IVA per cassa è adottata in base ad opzione. Come stabilito dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia l’opzione o la revoca per la liquidazione dell’IVA secondo la contabilità di cassa si desumono dal comportamento concludente del contribuente e, ai sensi dell’articolo 2 del DPR 10 novembre 1997, n. 442, dovranno essere comunicate nella prima dichiarazione IVA successiva all’esercizio dell’opzione, da intendersi, ordinariamente, come quella relativa all’anno in cui è esercitata l’opzione mediante comportamento concludente.
Coloro che intendono avvalersi del regime sin dall’inizio dell’attività, comunicheranno tale scelta in sede di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno di inizio attività.
A seguito della scelta operata dovrà essere riportata sulle fatture emesse l’annotazione che si tratta di operazione con “IVA per cassa” ai sensi dell’articolo 32-bis del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83.
Tale annotazione sulle fatture non costituisce, tuttavia, un adempimento funzionale al differimento del diritto alla detrazione in capo al soggetto che riceve la fattura, come avveniva nel sistema dell’IVA per cassa di cui al DL n.185/2008, ma risponde all’esigenza della regolare tenuta della contabilità per il cedente o prestatore che assoggetti all’IVA per cassa solo alcune operazioni, escludendo ad esempio quelle effettuate nell’ambito di regimi speciali. L’amministrazione finanziaria nella Circolare n.44/E/12 conferma che l’omessa indicazione di tale dicituranon inficia l’applicazione del regime per cassa nel presupposto che il comportamento concludente sia altrimenti riscontrabile.
L’Agenzia Entrate ha previsto un rigo ad hoc per l’opzione: il rigo VO15, ricordando come l’omessa opzione sia sanzionata con la sanzione residuale fissa da 258 euro a 2065 euro, ex D.Lgs. 472/97.
Autore: Redazione Fiscal Focus

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.

 

Video del Giorno

La nuova Rassegna Stampa Video
a cura di Sergio Gamberale

VIDEO DEL GIORNO - 01 OTTOBRE 2014

Vai all’Archivio